lunedì 20 giugno 2016

Un uso qualunque di te - Sara Rattaro

Salve lettori!
Dopo un lunghissimo periodo in cui non sono neanche riuscita a prendere in mano un libro, a causa di un bruttissimo blocco del lettore, sono qui per farvi una recensione di "Un uso qualunque di te" di Sara Rattaro. Quindi iniziamo subito!




  • Titolo: Un uso qualunque di te
  • Autore: Sara Rattaro
  • Editore: Giunti Editore
  • Prezzo: 12

Inizio con il dire che ho comprato questo libro senza avere nessuna aspettativa. Dopo un infinito (o è quello che è sembrato a me) tempo in cui non riuscivo a leggere più niente, ho preso in mano questo libro, pensando che forse mi avrebbe aiutato con il mio blocco da lettore e così è stato.
"Una famiglia borghese apparentemente serena è quella formata da Viola, Carlo e dalla diciassettenne Luce: grandi occhi spalancati verso il futuro. Distratta madre e moglie, Viola coltiva mille dubbi sul suo presente e troppi rimpianti camuffati da consuetudini. Carlo, invece, è un marito presente e innamorato e la solidità del legame famigliare sembra dipendere soprattutto da lui. È quasi l'alba di una notte di fine primavera quando Viola riceve un messaggio da suo marito che le dice di correre in ospedale. Stava dormendo fuori casa e si deve rivestire in fretta, non c'è tempo per fare congetture, il cellulare ora è scarico e nel messaggio non si dice a quale ospedale debba andare né cosa sia successo. Una corsa disperata contro il tempo, i sensi di colpa e le inquietudini che da anni le vivono dentro. Fino al drammatico faccia a faccia con il chirurgo le cui parole porteranno a galla un segreto seppellito per anni e daranno una sterzata definitiva al corso della sua esistenza."
I protagonisti sono stati sviluppati in modo superbo, considerando che è un libro di appena duecento pagine.
La protagonista, Viola, all'inizio appare come una donna egoista e anche molto fragile (ammetto forse di averla un po' odiata) ma nelle ultime pagine del libro riesce a far uscire fuori il suo lato coraggioso che alla fine è quello che mi ha portato ad amarla.
Carlo è il marito e il padre che tutti vorrebbero. Dolce, amabile e sempre presente per la sua famiglia.
Luce, la figlia adolescente che risulta essere più in sintonia con il padre che con la madre.
La storia viene narrata con molti salti temporali, Ammetto che in un primo momento ero molto scettica verso questo metodo narrativo perché pensavo che il risultato finale risultasse troppo dispersivo, ma alla fine mi sono decisamente ricreduta. I salti temporali sono stati gestiti in maniera geniale e la lettura non risulta mai pesante.
Dire che ho divorato questo libro non rende l'idea e non fa capire quanto mi sia realmente piaciuto. Mai banale o prevedibile (o almeno io non avrei mai immaginato che accadesse quello che alla fine accade).
Sono veramente contenta che faccia parte della mia libreria, ma soprattutto sono molto grata a Sara Rattaro per aver scritto questo libro che mi ha fatto uscire da questo mio blocco del lettore che non voleva più lasciarmi.
In conclusione do a questo libro un quattro stelline e mezzo.